Ardor anni 70

//Ardor anni 70

Ardor anni 70

Anni 70 in campo, 2019 a tavola, dentro una vita.
Questa l’immagine “sentiment” della reunion delle vecchie glorie dell’Ardor calcio il 18 gennaio scorso.
Correva la fine dei “favolosi sixties” quando Giovanni Tagliabue, Walter Galli, Antonio Monti, Ernesto Grassi, Franco Pirolo,Paolo Bonini, Piero Colabraro, Diego Lipari, Antonio Baldina, Carlo Carli, Marcello Tonetto, i fratelli Giordano e Sandro Vitali, Massimo Vaghi, Domenico ‘Brito’ Alzati, Paolo Schieppati, Claudio Tonetto e Paolo Nizzola , sotto la guida saggia e attenta del patron Lino Annoni e del suo effervescente vice Elio Schieppati, erano giovani di belle speranze che, tirando calci ad un pallone dentro una maglia arancionera, si divertivano ad inseguire i loro sogni disputando campionati di categoria e arrivando al top di giocarsi la finalissima di un prestigioso torneo giovanile, quel Gigi Menni perso solo perché l’avversario si chiamava Milan. Appese le scarpe al chiodo ognuno ha preso la sua strada e anche le occasioni di incontro si sono diradate mentre nuove generazioni sono arrivate alla ribalta dell’Ardor.Ma il filo arancione che li teneva legati in gioventù non si è mai spezzato.Così è bastata una semplice telefonata per ritrovarsi tutti insieme apassionatamente (“la proposta di rivederci è stata accolta da tutti con un entusiasmo incredibile “) e dopo i primi attimi di smarrimento nel riconoscersi perché i connotati sono mutati : i capelli si sono imbiancati o incanutiti, occhiali e addominali hanno cambiato volti e strutture fisiche,qualcuno vive da anni da un’altra parte , il grande freddo dell’effetto sorpresa si è sciolto. In un amen si è riannodato il filo dei ricordi, alimentato da ormai ingiallite fotografie e addirittura da un filmato d’epoca sulla finale del Menni, e l’amarcord e stato completo con tanto di aneddoti , discorsi, memorie di persone ed episodi piu o meno legati alle partite e promesse per il futuro.
Una serata che e’ risultata la dimostrazione visibile di come dentro il rotolare di un pallone possa nascere una storia di amicizia autentica che il trascorre del tempo e la lontananza non scalfiscono affatto.

Paolo Nizzola

By | 2019-02-20T21:19:30+00:00 febbraio 20th, 2019|Ardor Story|0 Comments

About the Author: